X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Detrazione IVA possibile per le spese pubblicitarie di elevato importo

Per la Corte di Giustizia irrilevante il valore di mercato dell’operazione

/ Emanuele GRECO

Sabato, 27 novembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il diritto alla detrazione dell’IVA assolta sull’acquisto di servizi pubblicitari spetta a prescindere dal fatto che l’importo della fattura emessa dal cedente sia superiore rispetto al valore ritenuto congruo dall’Amministrazione finanziaria.
Il principio è stato sancito dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea, nella sentenza del 25 novembre 2021, relativa alla causa C-334/20.

Nel caso di specie, l’Amministrazione fiscale ungherese aveva disconosciuto il diritto alla detrazione dell’IVA in capo a una società locale attiva nel settore delle installazioni elettriche, in relazione all’acquisto di servizi pubblicitari (consistenti nell’apposizione di adesivi sulle macchine partecipanti a un campionato automobilistico), ritenuti dal Fisco ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU