X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Istanza di adesione ammessa per i benefici prima casa

La Cassazione censura l’atteggiamento super rigorista dell’Ufficio

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 7 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 38288 dello scorso 3 dicembre, ha sancito che l’istanza di accertamento con adesione di cui all’art. 6 del DLgs. 218/97 è ammessa anche quando è stata presentata a fronte di un avviso di liquidazione con cui sono disconosciuti i benefici IVA in tema di prima casa.
Nonostante ciò non sia detto espressamente, il principio è destinato a valere anche per il disconoscimento dell’agevolazione prima casa ai fini del registro e per gli avvisi di liquidazione in generale, nei limiti che si esporranno.

L’effetto del principio indicato è intuibile: se l’istanza di adesione è possibile, permane l’effetto sospensivo di 90 giorni del termine per il ricorso, dunque il ricorso notificato computando tale sospensione non può essere

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU