Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dichiarazioni di navigazione in alto mare inviabili anche dagli agenti marittimi

Un provvedimento delle Entrate permette loro di agire come veri e propri «intermediari», ai sensi dell’art, 3, comma 3, lettera e), del DPR 322/98

/ Fabio Tullio COALOA e Stefano BASSO

Venerdì, 10 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato ieri il provvedimento n. 352534 che amplia la platea di soggetti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni di navigazione in alto mare, ai fini della non imponibilità ex art. 8-bis del DPR 26 ottobre 1972, n. 633.

Si ricorda che l’art. 1, commi da 708 a 712, della legge 30 dicembre 2020 n. 178, ha previsto, per i soggetti che intendono avvalersi della facoltà di effettuare acquisti di navi adibite alla navigazione in alto mare e/o beni e servizi alle stesse riferibili senza applicazione dell’imposta sul valore aggiunto, l’obbligo di presentare telematicamente all’Agenzia delle Entrate una dichiarazione attestante le condizioni previste dalla stessa norma.

In particolare il provvedimento prevede che, ai fini della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU