Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Giurisprudenza divisa sulla prescrizione dei crediti retributivi durante il rapporto

/ Giada GIANOLA

Sabato, 2 aprile 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Se, da un lato, è certo che i crediti retributivi si prescrivono nel termine breve quinquennale, non vi sono altrettante certezze circa l’inizio della decorrenza di tale termine a seguito delle modifiche apportate all’art. 18 della L. 300/70 dalla riforma Fornero (L. 92/2012).

A tal proposito è utile ricordare due pronunce della Corte Costituzionale, vale a dire le sentenze n. 63 del 10 giugno 1966 e n. 174 del 12 dicembre 1972. Con la prima, la Consulta ha dichiarato parzialmente incostituzionale l’art. 2948 n. 4, l’art. 2955 n. 2 e l’art. 2956 n. 1 c.c. nella parte in cui consentono che la prescrizione del diritto alla retribuzione decorra durante il rapporto di lavoro.
Con la seconda, invece, è stato statuito che la prescrizione decorre in costanza di rapporto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU