ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

IMU in prededuzione sul ricavato della liquidazione dell’immobile

L’imposta integra una «uscita di carattere specifico»

/ Antonio NICOTRA

Mercoledì, 15 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

In base alla lettura coordinata degli artt. 111, 111-bis e 111-ter del RD 267/42, l’IMU maturata dopo la dichiarazione di fallimento rientra tra le spese sostenute per la conservazione, amministrazione e liquidazione dell’immobile ed integra una “uscita di carattere specifico”, a norma dell’art. 111-ter del RD 267/42, che grava in prededuzione sul ricavato dalla liquidazione dell’immobile, anche se oggetto di ipoteca.
Il principio è stato enunciato dalla Corte di Cassazione con ordinanza 10 giugno 2022 n. 18882.

L’art. 111 del RD 267/42 rappresenta la disciplina generale sull’ordine di distribuzione dell’intero attivo fallimentare ed è riferita a tutte le componenti della massa attiva: sono collocati al vertice i creditori prededucibili, poi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU