Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 27 novembre 2022

LAVORO & PREVIDENZA

Disapplicare una clausola di ultrattività è un comportamento antisindacale

Il datore di lavoro non può durante le trattative per il rinnovo di un contratto aziendale cessare l’applicazione del precedente, se è prevista tale clausola

/ Luca NEGRINI

Venerdì, 18 novembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

I contratti collettivi aziendali, anche quando sono stipulati per un determinato periodo di tempo, spesso prevedono una clausola di ultrattività, definita anche come di ultravigenza, in forza della quale le previsioni del precedente contratto aziendale restano in vigore fino alla conclusione di un nuovo contratto destinato a sostituirlo, anche se l’accordo aziendale è scaduto o è stato disdettato.
Con la sentenza n. 33982/2022, pubblicata ieri, la Cassazione si è pronunciata sulla portata di tali clausole, nonché sulla rilevanza della loro mancata applicazione, non solo sul piano dei diritti individuali dei lavoratori, ma anche rispetto alle prerogative delle organizzazioni sindacali firmatarie del contratto che contiene questo genere di clausole.

Nel caso esaminato dalla Corte nell’accordo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU