ACCEDI
Mercoledì, 28 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Distorsive le sanzioni al professionista senza equo compenso

Comportano disparità di trattamento rispetto agli esercenti professioni non regolamentate

/ Maurizio MEOLI e Monica VALINOTTI

Lunedì, 6 febbraio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le norme del Ddl. sull’equo compenso che hanno suscitato maggior dibattito c’è quella che prevede l’irrogazione di sanzioni disciplinari ai professionisti che violino le disposizioni in materia.

L’art. 5 comma 5 attribuisce, infatti, agli Ordini e ai collegi professionali il compito di adottare specifiche disposizioni deontologiche finalizzate a sanzionare le violazioni, da parte dei professionisti, degli obblighi:
- di convenire o di preventivare un compenso che sia giusto, equo e proporzionato alla prestazione professionale richiesta, oltre che determinato sulla base dei parametri previsti dai decreti ministeriali di cui all’art. 1 (si veda “Equo compenso per i professionisti atteso al Senato” del 30 gennaio 2023);
- di avvertire il cliente, limitatamente

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU