ACCEDI
Martedì, 21 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Omessa dichiarazione con imposte versate ancora da chiarire

Urge un ripensamento della Consulta

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 23 marzo 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il tema dei risvolti sanzionatori dell’omessa dichiarazione in presenza di imposte versate non può dirsi risolto a seguito della sentenza n. 46 del 2023 della Corte Costituzionale, depositata lo scorso 17 marzo.

Brevemente, è stata ritenuta infondata la questione di legittimità dell’art. 1 del DLgs. 471/97 che, nel prevedere, per l’omessa dichiarazione, una sanzione dal 120% al 240% delle imposte dovute, non specifica che ciò va calcolato solo sul residuo dell’imposta ancora da pagare. Può operare l’art. 7 comma 4 del DLgs. 472/97 secondo cui, quando sussiste sproporzione tra entità della sanzione e violazione commessa, la sanzione può essere ridotta sino alla metà.

Può succedere che un contribuente, per vari motivi, non abbia presentato la dichiarazione per fini ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU