ACCEDI
Domenica, 16 giugno 2024

FISCO

La comunicazione di udienza alla PEC della parte invalida il processo

Prevale sempre l’elezione di domicilio presso il difensore

/ Rebecca AMATO

Martedì, 4 aprile 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione, con la sentenza n. 9165 pubblicata ieri, 3 aprile 2023, ha per la prima volta espresso il principio secondo cui è invalida la comunicazione della data di udienza all’indirizzo PEC del contribuente se questo ha eletto il domicilio presso il proprio difensore, comportando la nullità del giudizio.

Nel giudizio di appello (anno 2018) l’avviso di fissazione dell’udienza di trattazione veniva comunicato all’indirizzo PEC della parte e non al domicilio eletto da questa nei confronti del difensore nominato. Tale erronea comunicazione determinava la mancata partecipazione all’udienza di discussione del difensore con conseguente mancato svolgimento dell’attività difensiva di questo, comportando una lesione al diritto di difesa del contribuente.
L’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU