ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il processo del socio non deve essere sospeso in attesa del responso sulla società

Esistono norme di equilibrio per evitare il contrasto di giudicati

/ Alice BOANO

Sabato, 23 settembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il giudice chiamato a decidere sull’accertamento dei soci relativo alla distribuzione di utili occulti non è obbligato a sospendere il processo in attesa dell’esito della controversia concernente gli avvisi emessi a carico della società.
Lo ha statuito la Cassazione con l’ordinanza n. 27164 depositata ieri, 22 settembre 2023.

La presunzione di distribuzione degli utili extra contabili nelle società di capitali a ristretta base proprietaria origina da accertamenti emessi nei confronti della società e dei singoli soci.
Sussiste infatti un rapporto di pregiudizialità logica posto che l’accertamento nei confronti del socio ha la sua premessa nell’accertamento nei confronti della società.

La giurisprudenza ritiene già da tempo che non sussista il litisconsorzio necessario ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU