ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Esenzione IVA per le prestazioni dei chiropratici confermata dalla Cassazione

/ Mirco GAZZERA

Mercoledì, 3 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per il riconoscimento dell’esenzione IVA alle prestazioni rese dai chiropratici, non è indispensabile che sia emanato il regolamento di attuazione del percorso formativo di tale professione. Infatti, la natura medica della prestazione deve essere valutata in termini sostanziali.
Si tratta di quanto ribadito dalla Corte di Cassazione con le recenti pronunce nn. 27549/2023, 28138/2023 e 28512/2023.

L’art. 10 comma 1 n. 18 del DPR 633/72 prevede l’esenzione IVA per le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazione rese alla persona nell’ambito delle professioni mediche e di alcune attività paramediche. Seppure l’art. 2 comma 355 della L. 244/2007 e poi l’art. 7 della L. 3/2018 abbiano inquadrato il chiropratico tra i professionisti sanitari, il previsto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU