ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trattamento IVA negli accordi transattivi dubbio

Il corrispettivo per la rinuncia all’azione non ha natura risarcitoria

/ Antonio NICOTRA e Cecilia PASQUALE

Martedì, 14 novembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il trattamento IVA delle somme derivanti da un accordo transattivo rappresenta un tema controverso (si veda “Imponibile IVA la rinuncia alla lite” del 29 marzo 2023), sebbene di indubbio rilievo e attualità, a fronte della frequenza con cui le parti raggiungono un’intesa per prevenire o porre fine a una controversia.
Il consolidato orientamento dell’Agenzia delle Entrate ritiene assoggettabile a IVA il corrispettivo ricevuto a fronte dell’accordo transattivo, essendo irrilevante l’eventuale effetto “novativo” della transazione.

Confermando tale indirizzo, con la risposta a interpello n. 904-91/2023 la DRE Lombardia ha stabilito che i corrispettivi ricevuti “a saldo e stralcio” del credito in sede di transazione dalla curatela fallimentare, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU