ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Gestione del debito erariale anche senza transazione fiscale-previdenziale

Il pagamento parziale può essere proposto anche fuori dagli accordi di ristrutturazione dei debiti e dal concordato preventivo

/ Michele BANA

Mercoledì, 13 dicembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le vigenti disposizioni del Codice della crisi, in attesa dell’attuazione della delega fiscale (art. 9 comma 1 lett. a) n. 5) della L. 111/2023), non permettono attualmente di formulare la proposta di accordo sui debiti fiscali e previdenziali di cui agli artt. 63 e 88 del DLgs. 14/2019 (“CCII”) tramite istituti diversi dagli accordi di ristrutturazione dei debiti e del concordato preventivo, alcuni dei quali consentono comunque di offrire un pagamento parziale di tributi e contributi secondo le regole generali della falcidia dei creditori privilegiati e chirografari.

Ad esempio, al piano di ristrutturazione soggetto ad omologazione sono espressamente applicabili, ai sensi dell’art. 64-bis comma 9 del CCII, diverse norme del concordato preventivo, ma non quelle riguardanti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU