ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il decreto delegato ridisegna l’accertamento con adesione

Cinque anni per il recupero dei crediti non spettanti, definizione al terzo per tutti

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 25 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le varie novità dello schema di decreto delegato con disposizioni in materia di accertamento tributario e di concordato preventivo biennale, sul tavolo del Consiglio dei Ministri di oggi per l’esame definitivo, si segnala l’introduzione di una disciplina organica in tema di avvisi di recupero dei crediti di imposta e il ritorno dell’adesione ai verbali di constatazione.

Accogliendo quanto fatto presente dalle Commissioni parlamentari, per quanto riguarda i termini di decadenza si distingue l’ipotesi dei crediti non spettanti da quella dei crediti inesistenti: il recupero dovrà avvenire entro cinque anni per i primi ed entro otto anni per i secondi.
Per tutti i crediti, da un lato, sarà ammessa la definizione al terzo ex art. 17 del DLgs. 472/97, dall’altro, le ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU