ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ridimensionate le penalizzazioni IVA per le società di comodo

Prassi amministrativa e giurisprudenza Ue si sono espresse, di recente, sulla normativa in materia

/ Mirco GAZZERA

Lunedì, 8 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La disciplina fiscale delle società di comodo ha lo scopo di disincentivare il ricorso all’utilizzo dello strumento societario come schermo per nascondere l’effettivo proprietario di beni, avvalendosi delle norme più favorevoli dettate per le società (circ. Agenzia delle Entrate n. 5/2007).
Tale normativa prevede, fra l’altro, delle penalizzazioni in materia IVA che sono state oggetto, recentemente, di una risposta a interpello dell’Agenzia delle Entrate e, soprattutto, di un’importante sentenza della Corte di Giustizia dell’Ue.

Ai sensi dell’art. 30 comma 1 della L. 724/94, “le società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata, in nome collettivo e in accomandita semplice, nonché le società e gli enti di ogni tipo non residenti, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU