ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Non tutte le quote di una srl-PMI possono essere dematerializzate

I notai analizzano la novità, già in vigore, introdotta dalla L. 21/2024

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 29 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Consiglio nazionale del Notariato, nello Studio n. 42-2024/I, esamina la possibilità – riconosciuta dalla L. 21/2024 (c.d. legge Capitali) e in vigore dal 27 marzo – di dematerializzare le quote di srl-PMI.

Si ricorda, infatti, che, ai sensi dei commi 2-bis, 2-ter e 2-quater dell’art. 26 del DL 179/2012 convertito, come inseriti dall’art. 3 comma 1 della L. 21/2024, le quote di srl-PMI appartenenti alle categorie di quote speciali fornite di diritti diversi e con contenuto anche derogatorio di quanto previsto dall’art. 2468 commi 2 e 3 c.c., ove abbiano eguale valore e conferiscano eguali diritti, “possono esistere in forma scritturale” ai sensi di quanto previsto dall’art. 83-bis del DLgs. 58/98 in tema di gestione accentrata. A tali quote si applica la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU