ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

IMPRESA

Impugnabili delibere «negative» o «mancate»

Ciò però solo per fare emergere la diversa volontà assembleare non viziata

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 9 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione, nell’ordinanza n. 7874/2024, ha precisato che spetta all’organo amministrativo, nel suo complesso, la paternità di alcuni specifici atti, come l’approvazione del progetto di bilancio, perché ritenuti dal legislatore di particolare rilevanza (cfr. l’art. 2475 comma 5 c.c.) anche in funzione delle correlate responsabilità solidali dagli stessi derivanti. Pertanto non può ritenersi abusivo il voto contrario di uno dei due soci (amministratori) al 50% di una srl il quale, non avendo preventivamente condiviso l’approvazione del progetto di bilancio, esprimeva in assemblea il proprio voto contrario impedendo l’adozione della relativa delibera.

Ciò non significa negare a un amministratore doveri di “impulso” (magari a fronte dell’inerzia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU