X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 26 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Senza effetti retroattivi la decadenza della sospensione dell’attività impugnata

Se il ricorso non viene deciso nei 15 giorni previsti e il provvedimento perde efficacia saranno comunque fatti salvi gli effetti già maturati

/ Mario PAGANO

Martedì, 13 agosto 2019

La decadenza del provvedimento di sospensione, a seguito dello spirare del termine di 15 giorni, senza che sia stato deciso il ricorso ex art. 14, comma 9 del DLgs. n. 81/2008, opera ex nunc, con salvezza, pertanto, degli effetti già maturati. Sulla scorta di tale principio, l’Ispettorato nazionale del lavoro (INL), con la nota n. 7401 pubblicata ieri, ha ritenuto legittimo il comportamento di un proprio ufficio territoriale che aveva rigettato la richiesta di un’azienda volta a ottenere il rimborso della somma aggiuntiva, versata ai fini dell’emissione del provvedimento di revoca della sospensione.

Si ricorda che, ai sensi del citato art. 14, al fine di far cessare il pericolo per la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, nonché di contrastare il fenomeno del lavoro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU