X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 7 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Immutati i termini di registrazione nei servizi di pubblica utilità

L’Agenzia conferma la possibilità di annotazione entro il mese successivo al trimestre solare

/ REDAZIONE

Sabato, 9 novembre 2019

Il settore di gestione dei rifiuti solidi urbani e assimilati e di fognatura e depurazione e quello delle telecomunicazioni, pur essendo inclusi nel perimetro di applicazione dell’obbligo di fatturazione elettronica, possono beneficiare di regole specifiche per l’emissione di e-fatture nei confronti dei privati consumatori.

Con il provvedimento n. 527125 del 28 dicembre 2018, l’Agenzia ha definito tali modalità, consentendo ai fornitori di servizi di pubblica utilità indicati nei DM 366 e 370 del 24 ottobre 2000, di potere emettere la fattura elettronica anche in assenza del codice fiscale del destinatario (è il caso delle forniture relative a contratti stipulati in data antecedente al 1° gennaio 2005).
Il provvedimento prevede che i suddetti fornitori comunichino all’Agenzia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU