X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 aprile 2020 - Aggiornato alle 12.50

FISCO

IVA agevolata solo per la costruzione di case di abitazione

La Corte di Cassazione ha confermato l’aliquota ordinaria per i residence «turistico-alberghieri»

/ Stefano SPINA

Martedì, 14 gennaio 2020

La Corte di Cassazione è ritornata, con la sentenza n. 33594/2019, sull’applicazione dell’aliquota IVA agevolata del 10% in caso di appalti e successiva cessione di unità immobiliari aventi caratteristiche abitative riconducibili alla categoria catastale A/2 (Abitazioni di tipo civile), ma con destinazione urbanistica di case e appartamenti per vacanze.
Il contenzioso, che era già stato analizzato, con le medesime conclusioni, nelle sentenze nn. 19197 del 2 agosto 2017 (si veda “IVA ordinaria per la costruzione di residence” del 22 agosto 2017) e 24054 del 3 ottobre 2018, nasce dalla richiesta di applicazione ai “residence turistico-alberghieri” dell’aliquota IVA agevolata del 10% prevista per gli appalti e le cessioni di case di abitazione non

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU