X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 28 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Acquisti da fondi immobiliari senza detrazione per il recupero edilizio

La SGR, in qualità di gestore di un fondo immobiliare, non può essere assimilata a un’impresa di costruzione o di ristrutturazione immobiliare

/ Stefano SPINA

Sabato, 23 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Una particolare fattispecie di detrazione delle spese di recupero del patrimonio edilizio residenziale di cui all’art. 16-bis comma 3 del TUIR riguarda l’acquisto o l’assegnazione di unità immobiliari site in fabbricati interamente ristrutturati.
Le condizioni previste dalla norma prevedono che l’intero edificio nel quale è sita l’unità immobiliare ceduta o assegnata sia stato oggetto di un intervento di restauro o risanamento conservativo o di ristrutturazione di cui all’art. 3 comma 1 lett. c) e d) del DPR 380/2001 e che la cessione sia posta in essere dall’impresa di costruzione o di ristrutturazione immobiliare oppure dalla cooperativa che ha eseguito l’intervento stesso.

L’agevolazione, che si applica con esclusivo riferimento alle unità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU