X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Nuove modalità di pagamento da parte del Fondo di Garanzia INPS

/ REDAZIONE

Sabato, 1 agosto 2020

x
STAMPA

L’INPS, con il messaggio n. 3008, pubblicato ieri, affronta le novità introdotte dall’art. 97 del DL 34/2020, conv. L. 77/2020, alle prestazioni rese dal Fondo di garanzia INPS di cui all’art. 2 della L. 297/82. L’Istituto si sofferma, in particolare, sulla modalità di pagamento e sulla surroga di diritto del Fondo.

Per effetto delle novità introdotte dal DL 34/2020 convertito, infatti, ora i pagamenti del Fondo di garanzia INPS sono eseguiti unicamente mediante l’accredito sul conto corrente del medesimo beneficiario della prestazione. In attesa che vengano implementate le procedure, le Strutture territorialmente competenti dovranno trasmettere alla filiale di banca l’elenco dei lavoratori interessati (in cui occorrerà indicare il codice fiscale e obbligatoriamente l’IBAN, oltre che gli importi, per ogni lavoratore) e il mandato di pagamento (Mod. I.P.6BIS).

Quanto alla surroga di diritto, la quietanza firmata dal lavoratore, in precedenza richiesta, è stata sostituita dalla contabile del bonifico. In particolare, dopo il pagamento, la copia del mandato di pagamento completo delle contabili dei singoli bonifici eseguiti viene resa dalla banca convenzionata all’Istituto in occasione della rendicontazione del mandato. Le contabili sono, poi, trasmesse all’ufficio legale competente per l’esercizio dell’azione di surroga con i prospetti di liquidazione degli uffici amministrativi.

TORNA SU