X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 25 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Il tesoriere degli enti locali riduce il suo ruolo a «cassiere»

I prospetti dell’allegato 8 del DLgs. 118/2011 sono allegati alle variazioni di bilancio solo quando il tesoriere deve effettuare controlli sui pagamenti

/ Marco CASTELLANI

Sabato, 3 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo il primo intervento di “semplificazione” avvenuto con l’abrogazione dei commi 1 e 3 dell’art. 216 del TUEL, che prevedevano l’obbligo in capo ai tesorieri degli enti locali di effettuare i pagamenti nei limiti degli stanziamenti di bilancio e di acquisire il bilancio di previsione e le variazioni di bilancio, il legislatore è ritornato sulla materia con l’art. 52, comma 1 del DL 14 agosto 2020 n. 104.
Infatti, in attesa della conversione in legge del provvedimento, sono stati abrogati coerentemente anche i commi 4 e 6 dell’art. 163 e il comma 9-bis dell’art. 175 del TUEL.

In pratica (si rimanda alla newsletter di Sintesi & Risorse https://www.sintesierisorse.it/wp-content/uploads/2020/09/NEWSLETTER-SETTEMBRE-2020.pdf), vengono abrogate le seguenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU