X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 9 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Apertura degli Uffici sullo scarto del contributo a fondo perduto per errori di IBAN

Spesso la pratica viene chiusa in fase di mediazione; tecnicamente non si tratta di mediazione ma di accoglimento del reclamo

/ Guido BERARDO e Alfio CISSELLO

Lunedì, 25 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Sullo scarto del contributo a fondo perduto di cui all’art. 25 del DL 34/2020 per errori inerenti all’IBAN si è generato un contenzioso abbastanza rilevante, in diverse parti d’Italia.

La domanda, per il “primo” contributo a fondo perduto, andava presentata entro il 13 agosto 2020.
In molti casi, riconducibili sostanzialmente a errori in tema di IBAN (codice non riconosciuto dal sistema di pagamento benché esistente, cambiamento di numero derivante dalla soppressione di alcune filiali dell’istituto di credito, errore nell’indicazione del numero), il contribuente ha ricevuto una comunicazione di scarto.
In relazione a ciò, la risoluzione 12 ottobre 2020 n. 65 aveva specificato che, in determinate casistiche (ad esempio comunicazione di scarto giunta dopo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU