X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Direzione e coordinamento con la regola della BJR

Business Judgment Rule anche per verificare la correttezza dell’attività ex art. 2497 c.c.

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 23 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’esercizio – in ipotesi abusivo – da parte del socio di maggioranza del diritto di voto relativo all’approvazione del bilancio non può integrare, al tempo stesso, anche l’esercizio – abusivo – dell’attività di “direzione e coordinamento”; attività alla quale si applica la regola della Business Judgment Rule (BJR).
Ad affermarlo è la Cassazione nella sentenza n. 15276/2021.

Non è possibile ridurre l’intervento legislativo sulla responsabilità della capogruppo o dell’ente che esercita il potere di direzione e coordinamento ex art. 2497 c.c. a una mera trasposizione normativa della preesistente fattispecie illecita dell’“abuso del diritto di voto” da parte del socio di maggioranza. L’art. 2497 c.c. ha delineato la tipologia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU