X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 27 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Trend al ribasso dei contagi da COVID-19 di origine lavorativa confermato

Nei primi mesi del 2021 l’incidenza sul totale di tutti gli infortuni segnalati all’INAIL è scesa a un caso ogni dodici, rispetto a uno ogni quattro del 2020

/ Fabrizio VAZIO

Lunedì, 25 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il nuovo monitoraggio dei casi COVID-19 di origine lavorativa riferito al 30 settembre conferma la tendenza al ribasso manifestatasi nei mesi precedenti e iniziata a febbraio, in concomitanza con l’avvento dei vaccini. In particolare, l’Istituto rileva che nel 2020 l’incidenza dei casi COVID-19 sul totale di tutti gli infortuni sul lavoro segnalati all’INAIL è stata di uno ogni quattro, mentre nei primi mesi del 2021 l’incidenza è scesa a un caso ogni dodici.
Ciò è dovuto ovviamente a due fattori: da un lato il miglioramento della situazione pandemica, dall’altro la ripresa di tutte le attività lavorative, che nel 2020 avevano subìto uno stop prolungato.

Anche sul totale dei decessi l’incidenza è calata. Si passa infatti da un caso su tre nel 2020 a uno ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU