Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Registrazione delle udienze solo da parte del Consiglio di disciplina

/ REDAZIONE

Sabato, 14 maggio 2022

x
STAMPA

Il CNDCEC, nel Pronto Ordini n. 99/2022, ha chiarito che l’iscritto sottoposto a procedimento disciplinare non può registrare le audizioni e le udienze del Consiglio di disciplina.

Solo le Pubbliche Amministrazioni (nel caso sottoposto al CNDCEC, il Consiglio di disciplina territoriale), possono procedere alla registrazione delle sedute, in presenza dei presupposti previsti dall’art. 6 del Regolamento (Ue) 679/2016 (GDPR).

In particolare, i soggetti pubblici possono trattare dati personali (compreso effettuare riprese o registrare, anche limitatamente all’audio) solo se il trattamento “è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il titolare del trattamento”, oppure quando “il trattamento è necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento” (art. 6 par. 1 lett. c) ed e) del GDPR).

Il trattamento effettuato dai soggetti pubblici, inoltre, deve essere condotto nel rispetto dei principi contenuti all’art. 5 del GDPR, fornendo previa e idonea informativa ai soggetti interessati (artt. 12 e 13 del GDPR).
Nessuna facoltà di registrazione, invece, può essere consentita al soggetto incolpato.

TORNA SU