Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ricorso per cassazione del P.M. in materia tributaria nell’interesse della legge

Può essere disposta la trattazione dinanzi alle Sezioni Unite per l’enunciazione del principio di diritto non vincolante per le parti in causa

/ Gaetano CIANCIO

Martedì, 24 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il disegno di legge sulla riforma della giustizia e del processo tributario prevede all’art. 2 comma 1 l’introduzione dell’art. 363-bis al codice di procedura civile, titolato “Principio di diritto in materia tributaria”. Per certi versi, si tratta dell’estensione alla materia tributaria del meccanismo già introdotto nel 2006 in materia civile con la modifica dell’art. 363 c.p.c., anche se vi sono differenze tra le due disposizioni.

A onor del vero, l’art. 363 c.p.c. ben avrebbe potuto essere applicato in materia tributaria, ma lo non è mai stato.
Secondo il disposto dell’art. 363-bis, il Procuratore generale presso la Corte di Cassazione può proporre ricorso per chiedere che la Corte enunci nell’interesse della legge un principio di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU