Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il legale rappresentante risponde sempre dell’omessa dichiarazione

La totale indifferenza a sorti e gestione dell’azienda manifesta un atteggiamento di piena e consapevole adesione all’altrui disegno illecito

/ Maria Francesca ARTUSI

Martedì, 24 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’amministratore di diritto risponde sempre del reato di omessa dichiarazione.
Torna su questo tema la Corte di Cassazione – nella sentenza n. 20050 depositata ieri – in un procedimento riguardante un sistema criminoso che, avvalendosi anche della collaborazione di uno studio di commercialisti, aveva creato e gestito delle società “cartiere” che emettevano fatture per operazioni inesistenti, onde consentire l’abbattimento dell’imposizione fiscale ai propri clienti, non dichiaravano all’Erario i ricavi conseguiti e occultavano/distruggevano i libri e le scritture contabili.

I giudici di legittimità, nel ricorso presentato, sono chiamati a soffermarsi in particolare sulle condotte di omessa dichiarazione ai sensi dell’art. 5 del DLgs. 74/2000.
Secondo la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU