Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cessione del terreno con IVA se sono interrotti i lavori di costruzione

Non beneficia dell’esenzione l’immobile ancora accatastato come terreno edificabile

/ Emanuele GRECO e Anita MAURO

Giovedì, 7 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il complesso immobiliare in corso di costruzione, i cui lavori si siano interrotti in corso d’opera e che versi, da allora, in stato di abbandono e sia tuttora accatastato come terreno, deve considerarsi, ai fini IVA, come terreno edificabile. La cessione è, dunque, soggetta ad IVA, pur non essendo integrata la nozione di fabbricato non ultimato.
A tali conclusioni è pervenuta l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 365 di ieri.

Il caso di specie concerne la cessione di un immobile per il quale i lavori di costruzione sono stati interrotti da almeno 10 anni. Sotto il profilo catastale, è rimasta immutata la classificazione come terreni, sebbene gli edifici siano stati parzialmente edificati e non completati.
L’istante si poneva il dubbio se, alla fattispecie, si ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU