Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 febbraio 2023

FISCO

Definizione al 90% problematica per le liti soggette a reclamo

Anche il deposito potrebbe dover avvenire entro l’entrata in vigore della legge di bilancio 2023

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 2 dicembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La definizione delle liti pendenti, nel testo del disegno di legge di bilancio 2023, sul quale oggi è in programma una serie di audizioni alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato, nell’ambito dell’indagine conoscitiva preliminare all’esame del provvedimento, ha molti aspetti simili alla definizione dell’art. 6 del DL 119/2018.
In estrema sintesi, se, alla data di entrata in vigore della legge di bilancio 2023:
- il contribuente ha vinto in primo grado, si paga il 40% delle imposte;
- il contribuente ha vinto in secondo grado, si paga il 15% delle imposte;
- il contribuente ha vinto in tutti i gradi e il processo pende in Cassazione, si paga il 5% delle imposte.

Questa definizione è alternativa alla definizione delle liti in Cassazione di cui all’art. 5 della L. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU