ACCEDI
Venerdì, 14 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Retroattiva la causa di non punibilità per la dichiarazione fraudolenta

Tale applicazione della norma esige che siano accertati tutti i requisiti in essa previsti, nessuno escluso

/ Maria Francesca ARTUSI

Sabato, 25 febbraio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il DL 124/2019 è stata estesa anche al reato di dichiarazione fraudolenta la causa di non punibilità derivante dal pagamento del debito tributario.
L’art. 13 comma 2 del DLgs. 74/2000 prevede oggi la non punibilità – anche con riferimento al reato di cui all’art. 2 del medesimo decreto – quando i debiti tributari, comprese sanzioni e interessi, siano stati estinti mediante integrale pagamento degli importi dovuti, a seguito del ravvedimento operoso o della presentazione della dichiarazione omessa entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo; sempreché il ravvedimento o la presentazione siano intervenuti prima che l’autore del reato abbia avuto formale conoscenza di accessi, ispezioni, verifiche o dell’inizio

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU