ACCEDI
Lunedì, 22 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per la residenza fiscale criteri domestici e convenzionali da coordinare

La circolare n. 25/2023 dell’Agenzia delle Entrate analizza le tie breaker rules dirimenti nel caso di conflitto di residenza tra Stati

/ Luisa CORSO

Lunedì, 18 settembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 25/2023 reca, nella Parte I, un intervento organico in tema di residenza fiscale, avendo riguardo sia ai criteri di collegamento domestici, sia a quelli convenzionali.

Sotto il profilo domestico, al § 1.1, viene ricordato come le condizioni dell’iscrizione all’anagrafe della popolazione residente, della residenza e del domicilio per la maggior parte del periodo di imposta siano tra loro alternative, con la conseguenza che anche la sussistenza di una sola di esse è sufficiente a radicare la residenza di una persona nel territorio dello Stato.

Al di là del dato formale dell’iscrizione anagrafica, l’accertamento degli ulteriori presupposti per stabilire la residenza, ovvero la residenza e il domicilio come definiti in base ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU