ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Censura per la violazione delle norme sull’equo compenso

Il Consiglio nazionale dei commercialisti vara il nuovo Codice delle sanzioni, che entrerà in vigore a partire da oggi

/ Savino GALLO

Giovedì, 18 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Censura per chi non rispetterà le nuove disposizioni in materia di equo compenso, sospensione dall’attività fino a tre mesi se si ledono immagine e decoro di istituzioni o colleghi. A poco più di due settimane di distanza dall’entrata in vigore del nuovo Codice deontologico, il Consiglio nazionale dei commercialisti approva anche il Codice delle sanzioni, completando così il quadro degli interventi sul “comparto” disciplinare della professione.

Il testo, che entrerà in vigore da oggi, contempla diverse novità rispetto alla versione precedente, a partire proprio da quelle in materia di equo compenso, in merito al quale sono previste due diverse tipologie di violazioni disciplinari: l’accettazione di un compenso sottosoglia rispetto ai parametri ministeriali oppure

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU