ACCEDI
Venerdì, 19 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Indice di interoperabilità GRI-ESRS per la rendicontazione sulla sostenibilità

Per rendere omogenei i due set di standard, l’indice illustra come i requisiti di informativa e le richieste di dati di ogni indicatore si relazionano tra loro

/ Alain DEVALLE e Giorgia LA BARBERA

Lunedì, 13 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’informativa sulla sostenibilità richiede l’utilizzo di standard universalmente riconosciuti. Il tema degli standard è molto variegato, ma, estremizzando, può essere ridotto a due set principali.

Da un lato vi sono gli European Sustainability Reporting Standard (ESRS) che sono stati introdotti dalla CSRD, originariamente obbligatori solo per alcune tipologie di imprese, ma previsti anche per le imprese non obbligate (si veda “Principi di rendicontazione ad hoc per il report di sostenibilità di PMI e microimprese” del 6 maggio 2024).
Dall’altro lato vi sono invece gli standard finora più utilizzati, ovvero i Global Reporting Initiative (GRI), per la rendicontazione non finanziaria e per coloro i quali abbiano redatto per facoltà il bilancio di sostenibilità (o bilancio

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU