X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 27 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dubbi sull’applicazione nel quadro CM della deduzione del 10% dell’IRAP

Non è chiaro se la misura possa essere fruita relativamente al tributo dovuto per i periodi d’imposta precedenti l’applicazione del regime

/ Paola RIVETTI

Martedì, 13 aprile 2010

x
STAMPA

In vista della tornata dichiarativa relativa ai redditi del 2009, si pone in evidenza la questione dell’applicabilità nel regime dei contribuenti minimi della deduzione del 10% dell’IRAP versata nei periodi d’imposta precedenti l’accesso al regime, ai sensi dell’art. 6 co. 1 del DL 185/2008.

Sulla base della norma citata, possono beneficiare della deduzione i soggetti passivi IRAP che determinano la base imponibile ai sensi degli artt. 5, 5-bis, 6, 7 e 8 del DLgs. 446/97, vale a dire le società di capitali, nonché gli enti commerciali di cui all’art. 73 comma 1 lettere a) e b) del TUIR (ivi inclusi i trust) e compresi i soggetti esercenti attività bancaria, finanziaria e assicurativa, le società di persone commerciali (snc, sas e soggetti equiparati), le persone ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU