X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 8 dicembre 2019

IL CASO DEL GIORNO

Chi costruisce fabbricati per rivenderli è (quasi) sempre imprenditore

/ Lelio CACCIAPAGLIA e Patrizia MARRA

Venerdì, 20 agosto 2010

L’Amministrazione finanziaria e la Corte di Cassazione sono sostanzialmente allineate circa l’esclusione dalla categoria dei redditi diversi della costruzione da parte di privati di complessi immobiliari destinati alla successiva locazione o cessione.

La lett. i) dell’art. 67 del TUIR dispone che costituiscono redditi diversi quelli derivanti dall’esercizio di attività commerciali non esercitate abitualmente. Questa tipologia di reddito non sempre è pacificamente distinguibile rispetto al reddito d’impresa individuato nell’articolo 55 del TUIR, il quale stabilisce che sono redditi d’impresa quelli che derivano dall’esercizio di imprese commerciali, intendendo per tale lo svolgimento di una delle attività di cui all’art. 2195 del codice civile

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU