X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 1 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La società non è di comodo se l’immobile sfitto non è più richiesto dal mercato

L’istanza di disapplicazione deve essere accolta in quanto la mancata locazione dipende da situazioni di fatto

/ Gianluca ODETTO

Venerdì, 20 agosto 2010

x
STAMPA

La giurisprudenza di merito è tornata ad occuparsi della normativa sulle società non operative con un’interessante decisione, depositata dalla Commissione Tributaria Provinciale di Treviso lo scorso 7 giugno 2010.

La sentenza 50/8/10 ha ad oggetto una società proprietaria di un capannone industriale con una superficie di 1.300 mq, realizzato negli anni ’70 e locato sino al 2003; dopodiché, i mutati standard costruttivi e la realizzazione sul suolo dello stesso Comune di fabbricati maggiormente idonei all’attività artigianale hanno fatto sì che l’immobile rimanesse sfitto sino al 2007 (l’accertamento si riferiva all’annualità 2006), anno in cui esso è stato nuovamente locato a un soggetto poi risultato insolvente.

Il principio della sentenza è molto chiaro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU