Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

FISCO

Rimborso entro il termine biennale per le ritenute non dovute

Per Assonime, se il datore di lavoro chiede al dipendente somme versate in eccesso, ciò comprende anche le ritenute

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 10 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’approfondimento n. 9 di Assonime riguarda, tra l’altro, una fattispecie alquanto interessante, su cui sono allo stato attuale pochi gli interventi della giurisprudenza: il dies a quo del termine per il rimborso di somme versate dal datore di lavoro all’Erario a titolo di ritenuta su erogazioni che si sono poi rivelate indebite.
Per prima cosa, Assonime, condividendo quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 71/2008, sostiene che se il datore di lavoro chiede al lavoratore la restituzione di somme che, per le più varie ragioni, si sono rivelate indebite, il lavoratore dovrebbe restituire l’importo al lordo della ritenuta.

Di diverso avviso si è dimostrata la giurisprudenza, in quanto secondo tale tesi il lavoratore non potrebbe corrispondere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU