ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Elezioni, Siciliotti ricorre al Consiglio di Stato. Il 30 luglio l’udienza cautelare

La compagine che fa capo all’ex Presidente del CNDCEC propone appello contro le recenti sentenze del TAR del Lazio

/ Savino GALLO

Mercoledì, 10 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Si scriverà il 30 luglio, dinanzi al Consiglio di Stato, il prossimo capitolo della vicenda relativa al rinnovo del CNDCEC. Come preventivato dai più, infatti, la compagine guidata da Claudio Siciliotti, ex Presidente dei commercialisti, ha deciso di impugnare le sentenze con cui il TAR del Lazio aveva definito fondata la scelta del Ministero della Giustizia di commissariare il CNDCEC e annullare la tornata elettorale del 15 ottobre (si veda “Elezioni, il TAR dà ragione al Ministero della Giustizia” del 4 luglio).

Ancora una volta, però, si tratterà di un passaggio interlocutorio, perché quella del 30 luglio sarà solo un’udienza cautelare. I 14 ricorrenti, infatti, hanno deciso di proporre appello con richiesta cautelare, anche se, di fatto, il Ministero non ha ancora provveduto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU