Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Pochi giorni per pagare il bollo speciale sulle attività scudate segretate

L’imposta è dovuta sulla base del criterio pro rata temporis e potrebbe verificarsi anche solo una perdita parziale della riservatezza

/ Salvatore SANNA

Sabato, 13 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Entro il 16 luglio prossimo, gli intermediari devono effettuare il versamento dell’imposta di bollo speciale che si applica sulle attività finanziarie oggetto di emersione a seguito dell’adesione al c.d. “scudo fiscale”. L’imposta riguarda le attività finanziarie che hanno beneficiato dell’emersione utilizzando lo scudo fiscale attraverso la procedura del rimpatrio (fisico o giuridico) e che risultano ancora segretate.
L’imposta di bollo speciale è dovuta nella misura del:
- 10 per mille per il 2012;
- 13,5 per mille per il 2013;
- 4 per mille per gli anni successivi.

Se, nel corso del periodo d’imposta, viene meno in tutto o in parte il regime di riservatezza, la circ. Agenzia delle Entrate n. 29 del 5 luglio 2012 ha chiarito che l’imposta è ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU