X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Una sola autorizzazione vale per più ispezioni del Fisco

Per la Cassazione, ciò vale nel caso in cui la verifica, per la sua complessità, richiede più interventi nella sede del contribuente

/ Alessandro BORGOGLIO

Mercoledì, 17 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli accessi della Guardia di Finanza e dei funzionari dell’Agenzia delle Entrate presso la sede del contribuente non devono essere singolarmente autorizzati in via preventiva mediante apposito atto, essendo sufficiente, per una pluralità di accessi distanziati nel tempo, una sola autorizzazione rilasciata dal Capo Ufficio o dal Comandante del Reparto da cui dipendono i verificatori. Lo ha stabilito la Cassazione, con la sentenza 17357 di ieri, 16 luglio.

L’art. 52 del DPR 633/1972, richiamato anche dall’art. 33 del DPR 600/1973, in materia di imposte dirette, stabilisce che i funzionari che accedono presso la sede dell’attività del contribuente per eseguire controlli o verifiche devono essere muniti di un’apposita autorizzazione rilasciata dal Capo dell’Ufficio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU