Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ritenute sui proventi di titoli in Italia senza incarico dall’emittente residente

Nuova normativa per i titoli ed i certificati emessi da soggetti non residenti nel territorio dello Stato e collocati nel territorio stesso

/ Mario BONO e Marco PIAZZA

Martedì, 3 settembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 9, comma 3 della legge europea n. 97 del 6 agosto 2013 ha modificato l’art. 8 del DL n. 512/1983, che nella previgente formulazione prevedeva l’applicazione della ritenuta da parte dei soli intermediariincaricati” che intervenivano nella “riscossione” dei proventi.

Ai sensi del nuovo testo dell’art. 8 del DL n. 512/1983, “per i titoli ed i certificati emessi da soggetti non residenti nel territorio dello Stato e collocati nel territorio stesso la ritenuta è operata dai soggetti residenti che intervengono nella riscossione dei proventi, nel riacquisto o nella negoziazione dei titoli o certificati”. Non sono soggetti a ritenuta i proventi percepiti da snc, sas ed equiparate, società di capitali, enti commerciali, stabile organizzazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU