X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

IL CASO DEL GIORNO

Azienda in crisi, la soluzione orienta la valutazione

/ Michele BANA

Martedì, 10 settembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito della soluzione della crisi d’impresa, il professionista può assumere, tra l’altro, il ruolo di incaricato della valutazione dell’azienda del debitore, o di un ramo della stessa, per finalità differenti. Ad esempio, la stima del capitale economico può essere funzionale alla definizione del prezzo di cessione del complesso organizzato, sebbene i due importi non siano coincidenti: generalmente, il valore risultante dal procedimento di stima diverge, infatti, dal corrispettivo, a causa della diversa forza contrattuale delle parti coinvolte, ed altri rilevanti parametri contingenti, come lo stato di difficoltà dell’impresa oggetto di valutazione, il premio pagato per l’acquisizione del controllo o per le sinergie attese.

La relazione di stima può essere, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU