ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Passo indietro sulla responsabilità 231 per i delitti in materia di privacy

Nel DL 93/2013 convertito, soppresso l’art. 9 comma 2, che aveva ampliato l’ambito dei «reati presupposto» della responsabilità di società ed enti

/ Alessandro GARIGLIO

Lunedì, 14 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella seduta di venerdì scorso, 11 ottobre, il Senato ha approvato in via definitiva il Ddl. di conversione del DL 14 agosto 2013 n. 93, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle Province.

Nel dettaglio, in sede di conversione in legge è stato soppresso il comma 2 dell’art. 9, che aveva apportato alcune importanti modifiche all’art. 24-bis del DLgs. n. 231/2001.

Al riguardo, come già evidenziato su Eutekne.info (si veda “Responsabilità 231 anche per i «delitti» in materia di privacy” del 29 agosto), l’art. 9, comma 2 del citato DL ha collocato nell’ambito dei “reati presupposto” della responsabilità delle società e degli enti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU