ACCEDI
Mercoledì, 17 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Focus della Cassazione sui patti parasociali

Ricapitolati taluni principi per affermare la possibilità di risoluzione per inadempimento del patto parasociale plurilaterale a causa comune

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 20 maggio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 9846/2014, ha precisato che è suscettibile di risoluzione per inadempimento (della prestazione essenziale) anche il patto parasociale plurilaterale (quanto ad interessi coinvolti) ed avente causa comune nella ristrutturazione aziendale.

I patti parasociali costituiscono convenzioni atipiche che si pongono sul “piano parasociale” – in quanto riguardante i rapporti personali tra soci sul quale essi sono destinati ad operare – distinto dal “piano sociale”, concernente invece l’organizzazione della società e non direttamente investito da quei patti (cfr. Cass. 22 marzo 2010 n. 6898). Ai fini della loro configurazione non è essenziale che tutti i partecipanti rivestano la qualità di soci (cfr. Cass. 18 luglio 2007 n. 15963).

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU