ACCEDI
Martedì, 21 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Nella nuova direttiva revisione più attenzione sull’indipendenza

Il requisito deve essere valutato in relazione a qualsiasi persona fisica in grado di influenzare l’esito della revisione

/ Silvia LATORRACA

Martedì, 3 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ausilio della nota esplicativa del CNDCEC, è possibile fare luce sulle principali novità contenute nella direttiva 16 aprile 2014 n. 2014/56/UE, denominata “nuova direttiva revisione”, attraverso la quale è stata realizzata la riforma europea della revisione legale dei bilanci d’esercizio e consolidati.

In primo luogo, sono state modificate alcune definizioni contenute nella precedente direttiva 2006/43/CE, tra cui anche quella di “revisione legale dei conti”, al fine di consentire agli Stati membri di ricomprendervi, attraverso la legislazione nazionale, la categoria delle piccole imprese, esentate dall’obbligo della revisione ai sensi della direttiva 2013/34/UE, che ha modificato la quarta e settima direttiva comunitaria e ha riformulato le definizioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU