X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

I revisori degli enti locali non sono soggetti alla disciplina sul DURC

Non rileva neanche la riduzione degli importi da parte della P.A. per i contratti in essere per l’acquisto di beni e servizi

/ Davide DI RUSSO e Antonino BORGHI

Mercoledì, 25 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

I revisori contabili degli enti locali non sono soggetti alla disciplina relativa al documento unico di regolarità contributiva (DURC), né sono esposti alla riduzione degli importi da parte delle P.A. prevista dall’art. 8, comma 8, lett. a) del DL 66/2014 (conv. L. 23 giugno 2014 n. 89) per i contratti in essere aventi ad oggetto acquisto o fornitura di beni e servizi.

Quanto al primo profilo, la conclusione discende con evidenza da un sintetico esame di alcune delle variegate fonti normative in materia e, in primis, dal Regolamento di esecuzione ed attuazione del Codice dei contratti pubblici (DPR 207/2010) che, all’art. 6 comma 1, definisce il DURC come il “certificato che attesta contestualmente la regolarità di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU