Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dalle modifiche IRAP effetti sulla deducibilità nel determinare il reddito

In caso d’impiego esclusivo di dipendenti a tempo indeterminato nel 2015 si azzererà la quota deducibile ai fini IRPEF/IRES

/ Luca FORNERO

Giovedì, 23 ottobre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La deducibilità integrale, ai fini IRAP, dei costi dei dipendenti a tempo indeterminato, prevista – a decorrere dal 2015 – dal Ddl. di stabilità 2015 (si veda “Dal 2015 senza IRAP i costi per dipendenti a tempo indeterminato” del 20 ottobre 2014) impatta anche sulla quantificazione dell’importo deducibile, ai fini IRPEF/IRES, dell’IRAP relativa al costo del lavoro. È questo l’effetto del medesimo Ddl. di stabilità 2015, che ha, tra l’altro, modificato l’art. 2 comma 1 del DL 201/2011.

Attualmente, è riconosciuta la possibilità di dedurre dalle imposte dirette:
- la parte di IRAP relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato, al netto delle deduzioni di legge (art. 2 comma 1 del DL 201/2011);
- un’ulteriore quota ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU