X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’Ecofin approva in via definitiva le modifiche alla Direttiva «madre-figlia»

Negati i benefici dell’assenza di ritenuta nei casi in cui la struttura del gruppo sottenda finalità di mero risparmio fiscale

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 10 dicembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Ecofin di ieri, 9 dicembre 2014, ha approvato importanti modifiche alla Direttiva “madre-figlia” finalizzate a negare i benefici nelle situazioni nelle quali i flussi di dividendi esenti da ritenuta derivano da “conformazioni” artificiose dei gruppi.
Si conclude, pertanto, un lungo iter in sede comunitaria che ha visto prevalere le ragioni delle finanze degli Stati membri dell’Unione europea, i quali avevano lamentato già in sede di predisposizione della proposta di Direttiva come, solo prendendo ad esempio i proventi che derivano dal possesso di strumenti finanziari “ibridi”, essi causino agli Stati membri una perdita di gettito stimabile a livello complessivo in circa mille miliardi di euro annui. Si tratta di considerazioni in parte riprese ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU